mercoledì 25 gennaio 2012

Strada Olio DOP Umbria - Crostino di pane casareccio con scarola, uvetta, pinoli, olive e capperi

Questa è la storia di un piatto del cuore.


Un piatto che ho cominciato a mangiare in tarda età, perché prima ero molto schizzinosa (che sarebbe a dire che non mangiavo una beata ceppa).

Un piatto che d’inverno a casa mia, da che ho un minimo di memoria non manca MAI.

E’ un piatto della tradizione campana, perché nonna era di Caserta, e si continua a cucinare nelle nostre cucine nei secoli dei secoli amen.

Si tratta della scarola, con olive pinoli uvetta e capperi, un mix di dolce e salato che vi farà letteralmente “sognare”, questo ve lo assicuro io.

Il pane (ovviamente da buona foodblogger eheheheheheh) è fatto home made, da me :)

Ho utilizzato l’olio “Vescovi” che vedete in foto, e con questa ricetta partecipo al concorso indetto dal blog di Strada Olio Dop Umbria., tra l'altro, se volete e se la ricetta vi garba, potete votarmi QUI'

CROSTINO DI PANE CASARECCIO CON SCAROLA, UVETTA, PINOLI, OLIVE & CAPPERI.

Ingredienti per il pane:

• 250 gr farina manitoba
• 250 gr farina integrale
• 350 ml acqua tiepida
• 1 panetto lievito naturale
• 2 cucchiai olio extravergine di oliva Vescovi
• 10 gr sale

Ingredienti per la scarola:

• 1 cespo bello grande di scarola
• 1 spicchio aglio
• 1 peperoncino bello piccante
Olive di Gaeta Ortocori
• Capperi
• Pinoli
• Uvetta
• Olio extravergine di oliva Vescovi
• Sale e pepe qb

Procedimento:

Purtroppo, come avete potuto vedere, non ho le dosi giuste, e olive, capperi & co. li metto a casaccio, secondo piacimento.
Comunque per il pane si procede come al solito; si impastano le farine, l'olio, e il sale. Unire a filo l'acqua tiepida in cui abbiamo precedente sciolto il lievito. Formare una palla e mettere a lievitare in una terrina, coperta da uno strofinaccio, a forno spento. Far lievitare per circa 5 ore.
Cuocere in una pirofila di ceramica per circa 45 minuti, a 220°.
Intanto preparare la scarola. Lavarla per bene e senza scolarla troppo metterla in padella con tutti gli ingredienti. Salare e pepare.
Servirla sopra una fetta di quel meraviglioso pane un po’ bruschettato.

ET VOILA'!!!!!


10 commenti:

  1. Trovo questo crostone meraviglioso tesoro anzi lo baratteria anche adesso al posto della mia triste colazione!!un abcione,Imma

    RispondiElimina
  2. O mamma mia Vale.. io con quella bontà ci faccio il ripieno per la torta di scarole.. mai pensato di metterlo su delle fette di pane.. che buone!!!! baci e buona giornata :-)

    RispondiElimina
  3. uh mamma.....ideona!!!!!! mi hai stuzzicato la fame non poco =)

    RispondiElimina
  4. in assoluto le mie preferite...strabuone, ciao.

    RispondiElimina
  5. Non ci crederai... :) ma in questi giorni l'ho fatta anche io! :) Un pò diversa...ma buona! La scarola è sempre buona! Notte Vale!

    RispondiElimina
  6. La scarola con uvetta e pinoli dovrebbe essere patrimonio dell'umanità. E con questo ho detto tutto.
    Io la metto anche nella pizza chiusa ma me le mangerei pure con le dita. Vado e ti voto perchè la scarola è il top del top proprio comettè. Ailoviù.

    RispondiElimina
  7. mi hai davvero stuzzicato l'appetito con questo splendido crostone!!!
    Mi sono aggiunta ai tuoi follower. Se ti va passa a trovarmi!!!

    RispondiElimina
  8. Che meraviglia questo crostone! E' davvero appetitoso...
    Mi sono aggiunta ai tuoi follower.
    Se ti va passa a trovarmi. Grazie!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Pinnami!!!!!

Vuoi stampare questa ricetta?