venerdì 22 maggio 2015

Diario di una neomamma. Lo svezzamento, istruzioni per l'uso. Ecco la mia esperienza personale

Buongiorno a tutti, amici, amiche, mamme e papà!

Oggi voglio parlarmi della mia (positiva) esperienza con lo svezzamento "tradizionale", svezzamento che vi dico, ancora non ho concluso, diciamo che è in progress ma....siamo ad un buon punto!!!

Ho iniziato il tutto il primo di Febbraio (mi piace iniziare le cose ad inizio mese :D ).

Faccio una premessa: ho seguito alla lettera e pedissequamente tutto ciò mi ha detto di fare il mio pediatra, sono dell'opinione che di qualcuno dobbiamo pur fidarci :)

Maria non ha iniziato come quasi tutti i bambini fanno, cioè con la frutta. Con il dottore abbiamo convenuto di farla iniziare con il salato, perchè se le piace quello sicuramente le piacerà anche tutto il resto. E devo dire che è stata una scelta vincente.

Ecco tutte le tappe, spero di riuscire ad essere chiara :)

DAL 1^ GIORNO
PRANZO. Ho preparato un brodo vegetale con patata e carota, ho frullato il tutto, aggiunto crema di riso, un cucchiaino di olio e uno di parmigiano reggiano grattugiato.

DAL 3^ GIORNO 
PRANZO. Brodo vegetale con patata e carota, ho aggiunto la bieta ho frullato solo patata e carota togliendo la bieta, aggiunto crema di riso, (o mais e tapioca) un cucchiaino di olio e uno di parmigiano reggiano grattugiato.

DAL 6^ GIORNO

PRANZO. Brodo vegetale con patata e carota, ho aggiunto la bieta ho frullato il tutto, aggiunto crema di riso, un cucchiaino di olio e uno di parmigiano reggiano grattugiato.

DAL 8^ GIORNO

PRANZO. Brodo vegetale con patata e carota, ho aggiunto la bieta, i piselli in scatola cotti al vapore, ho frullato il tutto, aggiunto crema di riso, un cucchiaino di olio e uno di parmigiano reggiano grattugiato.

DAL 12^ GIORNO

PRANZO. Brodo vegetale con patata e carota, ho aggiunto la bieta, i piselli in scatola cotti al vapore, ho frullato il tutto, aggiunto crema di riso, un cucchiaino di olio e uno di parmigiano reggiano grattugiato. a questo punto ho iniziato ad aggiungere mezzo vasetto di carne. (io prediligo la marca bio "HIPP", non lavoro per loro, semplicemente mi piace come marca :D)  Ho optato per gli omogeneizzati per un motivo ben preciso (e senza voler far polemiche): gli omogeneizzati dal mio punto di vista sono più controllati e in questa fase, quando la bimba è così piccola preferisco dare lei un prodotto altamente controllato da un fidato laboratorio di qualità.

DAL 20^ GIORNO

Brodo vegetale solito (in questo lasso di tempo ho via via aggiunto tutti i tipi di verdure ( solo di stagione) e legumi, sempre in scatola, sempre per lo stesso motivo degli omogeneizzati, più tre volte a settimana pesce freschissimo (sogliola o merluzzo o orata o spigola) cotti al vapore e frullati, e aggiunti alla pappa solita. A questo punto ho iniziato ad inserire la pastina, sabbiolina o puntine o riso baby.

DAL 30^ GIORNO
COLAZIONE. Latte in polvere (non prende più il mio latte da quando ha tre mesi) con un biscottino sbriciolato.

PRANZO. Pappetta vegetale solita, con tutte le verdure di stagione, nella quale aggiungo alternativamente o carne o pesce, ho iniziato ad utilizzare anche la carne fresca, cotta per bene e frullata. Il tutto sempre con la pastina o il baby riso

DOPO PRANZO. Vasetto di frutta omogeneizzata, tutti i tipi di gusti tranne fragola.

MERENDA. Alternativamente yogurt per bimbi, o frutta omogeneizzata più biscottino sbriciolato 

HO INIZIATO CON LA CENA. Pastina in brodo con formaggino, inutile dirlo, la pupa col formaggino è impazzita

DAL 35^ GIORNO
COLAZIONE. Latte in polvere (non prende più il mio latte da quando ha tre mesi) con un biscottino sbriciolato.

PRANZO. Ho iniziato a preparare pastina al sugo, sugo che ho preparato con un filo d'olio, passata di pomodoro e prezzemolo. Alla pasta ho aggiunto del prosciutto cotto senza conservanti tagliato molto molto finemente. In alternativa aggiungo carne, o pesce.

CENA. Pastina in brodo con alternativamente formaggino, ricotta vaccina, stracchino, robiola, philadelphia.

DAL 60^ GIORNO
COLAZIONE.Latte in polvere (non prende più il mio latte da quando ha tre mesi) con un biscottino sbriciolato.

PRANZO. Pappetta solita

DOPO PRANZO. Vasetto di frutta omogeneizzata, tutti i tipi di gusti tranne fragola.

MERENDA. Alternativamente yogurt per bimbi, o frutta omogeneizzata più biscottino sbriciolato 

CENA. Pastina in brodo con alternativamente formaggino, ricotta vaccina, stracchino, robiola, philadelphia. Ho iniziato con un cucchiaino di rosso d'uovo, ben cotto (es. sodo)
Uova due volte a settimana per tutta la vita :)

DAL 90^ GIORNO
COLAZIONE. Latte fresco vaccino con l'aggiunta di acqua oligominerale in queste proporzioni: 150ml di latte - 50 ml acqua oligominerale. Portare il latte ad ebollizione, spegnerlo e farlo raffreddare un pochino (onde evitare di ustionare la pupa :D ). Aggiungere due cucchiaini rasi di zucchero e un biscotto sbriciolato

PRANZO. Tutto ciò che volete e che riesce a mangiare il pupo/a

DOPO PRANZO Frutta DI STAGIONE grattugiata o a pezzettini molto piccoli

MERENDA Alternativamente yogurt per bimbi, o frutta grattugiata più biscottino sbriciolato 

CENA Come il pranzo


ALCUNE NOTE:
  • Maria mangia il latte solo al mattino, durante la giornata e la sera prima di dormire non lo vuole più
  • Utilizzo del sale: inizialmente meno di zero po dal nono mese un pizzichino, ma meno gliene diamo e meglio è 
  • Succhi di frutta: se fatti in casa è meglio, adesso vendono dei fantastici estrattori di succhi (prossimo acquisto, questo fine settimana vado), sono fenomenali, e il succo fatto da voi sicuramente non contiene tutto lo zucchero che hanno quelli comprati
  • Cioccolata: potete fargliela assaggiare, ma più tardi la provano meglio è :)
  • Acqua. A IOSA!!!!!
Spero di esservi stata utile, preciso che questa è solo la mia esperienza, ognuno decide il tipo di svezzamento da utilizzare, ogni genitore istintivamente decide cosa è il meglio per il proprio pupo/a.
Io in questo modo mi son trovata benissimo, voi raccontatemi la vostra esperienza :)

Baciiiiiiiiiiii








mercoledì 13 maggio 2015

Aperitivo all'italiana. Aperitivo di rustica carbonara & amatriciana

Ciao a tutti!!
Come state? Io bene, la bella stagione è iniziata e con essa abbiamo dato finalmente il via agli aperitivi in terrazzo.

Ecco perchè quando San Carlo mi ha invitato a partecipare al loro nuovo Contest non ho proprio potuto rifiutare!!


Il concorso ruota intorno all'aperitivo all'italiana, che per San Carlo non si limita ad un buon drink, ma è fatto di tanti piccoli dettagli. Tutto è importante nella sua preparazione, dal look curato ad una colonna sonora ben selezionata, passando per colori, profumi, atmosfera e - ovviamente - buon cibo.

E proprio nel cibo laperitivo trova la sua massima espressione, in tanti piccoli assaggi sfiziosi e fantasiosi capaci di stuzzicare lappetito e portare fino alla cena - irrinunciabile per noi italiani.

Si tratta di una sfida tra blogger, 12 in tutto, accoppiati a due a due. Se vi piace la mia ricetta (certo che vi piace!!! :D )votatemi, quì, a questo link.

Ad ogni blogger è stato assegnato un aperitivo, a me in particolare "l'analcolico alla frutta" e pensa che ti ripensa ho trovato: ad un aperitivo leggero voglio abbinare qualcosa dal gusto deciso ed inconfondibile. Un piattino con la mia bella Rustica che rispecchi il mio gusto e quello della mia splendida zona, il Lazio.
E cosa vi viene in mente se pensate alla cucina laziale? Na bella carbonara e na bella amatriciana, facile no? :D



Ed ecco la ricetta con cui partecipo al Contest, mi raccomando votatemi!!!!

APERITIVO DI RUSTICA CARBONARA & AMATRICIANA

Ingredienti per la carbonara:
  • 100 gr guanciale
  • 150 ml passata di pomodoro
  •   Olio extravergine di oliva qb
  •  Pecorino romano

Ingredienti per la amatriciana:
  • 100 gr guanciale
  • 2 uova
  • 1 cucchiaio Parmigiano reggiano
  •  Sale & pepe qb
  • Olio extravergine di oliva qb

Procedimento:
In una padella antiaderente scaldare un po’ di olio extravergine di oliva, soffriggere quindi il guanciale fino a renderlo croccante. Unire la passata di pomodoro, salare e pepare e cuocere per circa 10 minuti.
In un’altra padella antiaderente scaldare l’olio, soffriggere quindi il guanciale fino a renderlo croccante. In una ciotola sbattere le uova con una forchetta, unire quindi il parmigiano, salare e pepare. In un padellino scaldare un cucchiaino di olio extravergine di oliva e cuocere le uova “strapazzate”  per circa 1-2 minuti.
A questo punto comporre l’aperitivo: Mettere il sugo dell’amatriciana su alcune patatine Rustica e grattugiarvi sopra un po’ di pecorino; su altre mettere le uova strapazzate, il guanciale e una grattugiata di parmigiano.
Servire con un cocktail di frutta (es. arancia, melograno, ananas & limone)

ET VOILA'!!!





martedì 31 marzo 2015

Di rientri e di Muffin. Muffin al cacao con goccine di cioccolato bianco.

Buongiorno a tutti.
Tempo di rientri. Rientri al lavoro dopo ben 10 mesi a casa.
10 mesi a casa di cui sei in simbiosi con un angioletto meraviglioso.
Sei mesi di coccole, pappe, ninne e mamma canta, e aspetta che ti prendo, e amore vuoi che ti coccolo, andiamo a cambiare la tutina e facciamo una bella passeggiata che c'è il sole.
Sei mesi con nessuna fatica a carico, ma quale fatica, la gioia è infinitamente di più.

Ed ecco che son passati questi sei mesi. Sono volati. Mi sembravano un'infinità, ma son davvero volati.
E' la vita mi dico, dico a tutti. E dico semplicemente che è come se mi avessero staccato una costola, o un pezzo di stomaco. Anzi no. Parafrasando il famoso film "ho un ovosodo che non va ne in su ne in giu, è sempre qui".

Passerà mi dico. Certo che passerà.

Nel frattempo mangiamoci questi muffin, e consoliamoci così.

La ricetta l'ho presa sul sito delle Instamamme, sito che frequento parecchio ultimamente, per ovvi motivi :)

Ingredienti:

Procedimento:
In una ciotola sbattere le uova con lo zucchero, aggiungere quindi il latte e l'olio di semi.

In un'altra ciotola michiare le polveri setacciate, farina, cacao e lievito.
Unire i due composti.
Unire per ultimo le goccine di cioccolato (bianche e fondenti).
Riempire 12 stampini per muffin foderati con dei pirottini.
Cuocere a 180° per circa 20 minuti.

ET VOILA'!!!!





lunedì 26 gennaio 2015

Diario di una neomamma. Le 5 bugie che si dicono alle mamme prima che diventino mamme. Ecco la verità.

Buongiorno a tutti e ben tornati in questo mio food/mamma blog.
Passate buone feste? Kg presi? Io svariati, ma chissenefrega.

Oggi vi voglio raccontare un po' di cosette. Lo spunto me l'ha dato questo splendido articolo pubblicato su l'Huffington post, http://www.huffingtonpost.it/jenny-studenroth-gerson/me-lo-dovevano-dire_b_6523716.html?utm_hp_ref=italy, dal titolo "me lo dovevano dire".

Anche io infatti come nell'articolo devo decisamente sfatare tutta una serie di miti, miti che che altre mamme mi prospettavano mentre ero in gravidanza.

1. Il primo su tutti: "DORMI ORA CHE POI NON DORMIRAI, MAI PIÙ ". 
Ecco io non so se la mia è fortuna o no, ma io a parte il primo mese dove (giustamente) mia figlia si svegliava ogni tre ore, ora dormo, anche bene, devo dire la verità, e anche quando Maria si sveglia nel cuore della notte non sento minimamente lo sforzo, la fatica di cui mi parlavano, per me è un piacere, mi alzo e sto un po' con lei, e poi ci riaddormentiamo. Semplice. Ripeto. Non lo dico per dire, ma davvero è una cosa che non pesa minimamente. :) 

2. "Divertitevi adesso, andate in giro, ristoranti, pub, locali, che poi NON LO FARETE PIÙ PER ANNI".
Ora. Io ho 35 anni. Mio marito 42 (si io sono ggggggiovane molto più di lui hihihihihihi). In 15 anni che stiamo insieme qualche sfizietto ce lo siamo decisamente tolto, diciamo che ristoranti e locali notturni non hanno davvero avuto segreti per noi. E ora mi dite che il problema è che non ci possiamo più andare? No signori miei, per prima cosa la pargola volendo ce la possiamo portare o al più lasciarla per una sera ai nonni, ma vuoi mettere le nostre nuove serate in tre sul divano, con Maria che ride come una pazza e noi dietro a lei? Impagabili. Avremo tantissimo tempo per ricominciare a fare vita notturna, ci sono cose più belle ed interessanti da fare ora.

3. "Dimentica estetista e parrucchiere, NON AVRAI PIÙ TEMPO PER FARE NULLA"
Ma voi quante volte andate da estetista e parrucchiere??????? Qui si parla di una-due volte in un mese, il tempo si trova per fare una cosa una-due volte in un mese, non diciamo baggianate!

4. "Coccolatevi ora tra di voi, poi ci sarà solo il bambino E PRETENDERÀ TUTTE LE VOSTRE ATTENZIONI"
Signori miei, volere è potere, si, sicuramente Maria assorbe gran parte del mio tempo, non lo metto in dubbio, a volte si è talmente stanchi la sera da non aver voglia neanche di un bacetto o due chiacchiere, ma non sempre dannazzzzzzzzione, non è che è sempre così! Noi ci ritagliamo del tempo solo per noi, bisogna farlo, ne abbiamo bisogno, e poi non è che prima di Maria vivessimo in simbiosi è perennemente abbracciati, questo succede quando hai 15 anni. Tempo per le coccole ce ne sta, 5 minuti per scambiarsi messaggini se non si sta insieme si trovano, anche di notte volendo ��. E tra l'altro, per mettere le cose in chiaro, io e mio marito dopo Maria ci amiamo ancora di più, il nostro rapporto è "evoluto" in meglio si intende, ci siamo regalati a vicenda questa meravigliosa creatura!!!!!

5. "Non avrai tempo per farti una doccia in santa pace MAI PIÙ "
Vi spiego questa cosa. Da quando è nata Maria, cioè già da quando era nella carrozzina per intenderci, l'ho abituata ad ascoltarmi mentre canto. Lo so che sono stonata come una campana, ma cantare a squarciagola fa bene all'umore, in più lei si fa un sacco di risate. Ecco. Quando devo farmi una doccia la porto con me in bagno, la metto nell'ovetto, nel passeggino o nella sdraietta e accendo la musica. Io faccio la doccia e canto, lei ride come una pazza (in realtà pensa sicuro che la pazza sono io, ma questo è un altro discorso). I bambini non nascono imparati, basta abituarli appena nati. Morale della favola, la doccia e un momento molto divertente, per me e per lei :)



Guardatela. Io passo le ore a guardarla quando dorme, e a giocare con lei quando è sveglia. È la cosa più straordinaria del mondo. 

E si, i momenti difficili ci sono, non voglio dire che è tutto rose e fiori e avere un figlio è solo una cosa meravigliosa, direi una cosa non vera.

Ma i momenti bui sono assolutamente controbilanciati da momenti bellissimi, sono quelli i più emozionanti.




Raccontatemi le vostre esperienze, raccontatemi se anche voi avete sfatato dei miti tra il prima e il dopo. Sono ansiosa di conoscere le vostre opinioni in merito.

Un saluto da me e Maria, buona settimana a tutti!!!!

martedì 23 dicembre 2014

Regali last minute? #dillocouncaffè. Biscotti Chicco di caffè

Lo so, lo so che siete (siamo) tutti impegnati, nella corsa all'ultimo minuto.
Regali, panettoni, regali, cosa mi metto, regali, Oddio cosa regalo all'amica del cuore o alla mamma.
Osa fare allora?
Semplice!
Diciamolo con un caffè!
Quest'anno i miei regali saranno dolci e avranno come tema il caffè. Sono o non sono una caffeinomane?

Ho deciso di fare questi biscotti, che sono dolci, cioccolato si è con una simpatica nota di caffè.
Ecco la ricetta:

BISCOTTI CHICCO DI CAFFÈ 
Ingredienti:
- 1 tazzina di caffè ristretto
- 25 gr cacao amaro
- 130 gr burro morbido
- 120 gr zucchero 
- 230 gr farina 

Procedimento:

In una planetaria con il gancio a foglia impastare il burro morbido con lo zucchero, fino a formare un composto cremoso. Aggiungere il caffè e la farina setacciata con il cacao amaro.
Impastare fino a formare un panetto, che conserveremo in frigo coperto di pellicola per circa 1 ora.
Dividere quindi il panetto in tanti piccoli pezzi da circa 18 gr ciascuno (con l'aiuto di una bilancia).
Diamo ad ogni pezzetto una forma ovale (tipo Chicco di caffè) e incidiamo il centro di ogni biscotto. Mettere i biscotti su una teglia da forno coperta di carta forno e conservare in un luogo freddo (se avete posto in frigo bene, altrimenti come me, sul terrazzo che con 2 gradi e' perfetto :D) per 30 minuti.
Cuocere in forno statico a 180 gradi per 13-15 minuti.

ET VOILÁ!!!!!


Per regalarli metteteli in un barattolo e BUON NATALEEEEEE!!!!






 

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Pinnami!!!!!

Vuoi stampare questa ricetta?