martedì 4 settembre 2012

Nel centro di Bologna non si perde neanche un bambino. Tigelle

Adoro Bologna.

E' la città che preferisco in assoluto. Ogni volta che vado mi sento come a casa, e ciò non è una cosa semplice per me, che vivrei in ciabatte sul mio divano perennemente. :D

Bologna è la città dei miei cognati, dove ogni tanto io e  Gion piantiamo le tende.

E Bologna è la mia città del cibo per eccellenza, con le sue piadine, il suo mascarpone, il suo squacquerone (premio nobel all'inventore dello squacquerone!!!) e soprattutto le sue TIGELLE!!!

E' proprio nell'ultimo dei miei viaggetti da quelle parti che ho deciso FINALMENTE di comprare lo stampo per le tigelle. Mi chiedo come mai non l'abbia fatto prima....

E per fortuna la mia cognatina Alessandra aveva una ricetta PERFETTA per le tigelle, che ho fatto non appena rientrata a casa, per una cena con gli amici.

Il risultato è stato strepitoso, ve lo assicuro, io ne ho fatte un bel pò, sotto sua indicazione, e quelle che sono avanzate le ho congelate. Quando servono le tiro fuori e le scaldo, e sembrano appena fatte, una bella comodità.

TIGELLE
Ingredienti per circa 12 tigelle:
- 400 gr farina 00
- 1 bicchiere di latte tiepido
- 1 panetto lievito di birra
- 2 cucchiaini sale
- 1/2 cucchiaino zucchero
- 1 cucchiaio olio extra vergine di oliva

Procedimento:
Sciogliere il panetto di lievito nel latte tiepido insieme allo zucchero. Lasciar riposare 5 minuti.
In una ciotola impastare quindi la farina con il sale, l'olio e il composto di latte e lievito. Formare un panetto che lasceremo riposare per circa 2-3 ore.
Riprendere la pasta e formare 12 palline che stenderemo poi della dimensione dei fori dello stampo.
Prima di usare lo stampo ungere ambedue le parti con dell'olio, poi scaldarlo circa un minuto per parte.
Introdurre le prime tigelle a fiamma bassa per non bruciarle, girando lo stampo. Controllare la cottura e quando le tigelle avranno formato una crosticina dorata, ecco, sono pronte da togliere, e quindi riempire di nuovo lo stampo con le altre.

ET VOILA'!!!!!


DSC_2158 blog1

E questo è lo stampo...

DSC_2165blog 2

19 commenti:

  1. Mai provate le tigelle! Ma come si mangiano? Tipo panini ripieni?

    RispondiElimina
  2. Ciao cara, noi le mangiamo con il prosciutto crudo o con il salmone e l'erba cipollina, ma son buone con il formaggio, con la mortadella....come se fosse pane insomma :D

    RispondiElimina
  3. Buone e belle! Complimenti amica mia, anche per le bellissime foto! Un bacione e buona vita!tvb

    RispondiElimina
  4. A parte il fatto che lo stampo in sè sarebbe da comprare anche solo per tenerlo come soprammobile.Quando ero ragazzina per tanti anni i miei, mi portavano una settimana in montagna ad Acquaria, se non mi sbaglio vicino Modena.In questa pensione, a colazione ci servivano le tigelle con il lardo e credo che sia la colazione più divina che abbia mai gustato.Inoltre Bologna è una splendida città ancora pulita e a dimensione d'uomo quindi metto in lista Bologna con stampo con la tua ricetta.Grazie mille.

    RispondiElimina
  5. Come te lo invidio quello stampo, adoro le tigelle e hai proprio ragione sulla cucina di quei posti! Potresti partecipare al mio contest post vacanze, nella sezione ricette ricordo se ti va... ecco il link http://vanigliazenzeroecannella.blogspot.ch/2012/08/le-ricette-del-rientro-il-nuovo-contest.html
    Buona giornata, Valeria

    RispondiElimina
  6. Mai stata a Bologna sigh .-(.. mai assaggiato le tigelle... Le tue.. troppo belle quello stampo è fichissimo!!!!! baciotti ;-) buona giornata

    RispondiElimina
  7. profumo di pane e golosità....che voglia di provare!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  8. aah concordo con te, premio nobel, oscar, leone d'oro e chi + ne ha + ne metta per chi ha inventato lo squacquerone! Sono troppo carine queste tigelle, che brava!!!

    RispondiElimina
  9. non ho mai assaggiato una tigella ma che voglia mi hai messo soprattutto mi piace quello stampo

    RispondiElimina
  10. Mai stata a Bologna lo sai?
    Sembra assurdo che a volte si gira mezzo mondo e poi non conosciamo casa nostra!
    Il ferro che hai per le tigelle è bellissimo. :)

    RispondiElimina
  11. deliziose le tigelle con quello stemmino che viene fuori!!!!
    MI sono unita ai tuoi sostenitori, passa a trovarmi!!!!

    RispondiElimina
  12. Girellona che non sei altro :)
    Mai provate le tirelle con la nutella, oppure con il posto di pancetta aglio e rosmarino?
    Si ripropongono, per 2 giorni... Però sono fantastiche!! :))

    Bacioneee

    RispondiElimina
  13. Io lo stampo per le tigelle lo sogno ormai anche di notte.... ;-)

    RispondiElimina
  14. fantastiche!!! quanto vorrei avere anch'io quello stampo! sigh!

    ho appena scoperto il tuo blog casualmente, ora vado a sbirciarmi altre ricette e nel frattempo mi aggiungo ai lettori fissi! :)
    passa anche da me se ti va ;)
    a presto,
    Michela

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Pinnami!!!!!

Vuoi stampare questa ricetta?