lunedì 9 gennaio 2012

Depurazione post feste mode on. Ritorno ai classici. Risotto con funghi porcini.

Chi l'ha detto? Eh?
Ditemi subito chi l'ha detto.
Che per depurarsi e star leggeri bisogna per forza rinunciare al gusto e alla gioia della tavola.

Assolutamente no.

Basta usare qualche piccolo accorgimento. E essere morigerati, misurati e parsimoniosi (miiiii e quanti sinonimi che ti ho tirato fuorii!!!!!) nei condimenti, usare qualche piccolo segretuccio et voilà! Il gioco è fatto.

Ultimamente, dopo l'avvento di questo splendido giocattolino che è il mio blog, non passa giorno che io non compri giornali e/o libri di cucina, non passa giorno che io non cerchi nella rete ricettuzze nuove e sempre diverse, per stupire i miei commensali e misurarmi con preparazioni sempre nuove e stimolanti.

In questi ultimi giorni però sto un pochino ritornando "alla normalità", anche perchè da casa mi si chiede sempre più il piatto classico, quello della mamma o della nonna.

Ecco il perchè di questo risotto, che unisce alla semplicità e "quotidianità"degli ingredienti qualche piccolo segreto "di leggerezza"

Sia per il soffritto iniziale inifatti che per la mantecatura finale, ho omesso l'uso del burro, prediligendo l'utilizzo dell'olio extravergine di oliva. (con tutti questi olii meravigliosi che abbiamo quì nel nostro BelPaese perchè usare il burro, perchè??????).
In più per dare ancor più gusto al piatto ho utilizzato, sempre nella mantecatura finale la meravigliosa crema ai funghi porcini di Ortocori, che ha conferito al piatto un gusto delizioso.

(classico) RISOTTO AI FUNGHI PORCINI

Ingredienti per il brodo vegetale:
  • 2 l acqua
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • 1 cipolla
  • 2 chiodi di garofano
  • 1 zucchina
  • 50 gr spinaci puliti
  • 50gr bieta pulita
  • 2 patata
  • 10 pomodori pachinoù
Ingredienti per il risotto: (x 4 persone)
  • 400 gr di riso vialone nano
  • 60 gr funghi porcini secchi
  • 1/2 cipolla
  • 2 cucchiai crema ai funghi porcini Ortocori
  • 1/2 bicchiere vino bianco
  • 6 cucchiai olio extravergine di oliva.
  • 1 cucchiaio parmigiano reggiano grattugiato
Procedimento.
Per prima cosa preparare il brodo vegetale. Nettare tutte le verdure, incastonare i chiodi di garofano nella cipolla (in questo modo non vagano per il brodo e non rischiamo di mangiarli alla fine, non a tutti piacciono) e cuocere il tutto in acqua per circa 1,5 ore dal bollore.
Filtrare il brodo e tenere da parte in caldo per fare poi il risotto. Io solitamente mangio anche tutte le verdure per contorno, o le schiaccio tutte insieme per utilizzarle per un eventuale zuppa di verdure, (qua nun se butta niente).

Mettere a bagno i funghi porcini per circa 40-60 minuti.

In una pentola antiaderente, (anzi se avete una pentola da risotto tanto meglio....) mettere 3 cucchiai di olio extravergine di oliva e soffriggere la cipolla tagliata a dadini finissimi.
Unire quindi il riso, tostarlo ben bene finche "friccica" e bagnarlo con il vino bianco, facendolo evaporare. Unire a questo punto i funghi ben scolati e il brodo, man mano aggiungendolo fino a cottura del riso.
A cottura ultimata del riso spegnere il fuoco.
Mantecare il riso (ho gia detto a fuoco spento? si l'ho gia detto, dannata vecchiaia) con il restante olio extravergine di oliva, il parmigiano grattugiato e la crema ai funghi porcini.
Coprire con un coperchio e lasciar riposare 5 minuti. Questa cosa mi fa pensare sempre alla faccia di Jamie Oliver, che quando fa il riso lo fa riposare, e in effetti quanto ha ragione!!!!!!

ET VOILA'!!!!!


Con questa ricetta partecipo al contest del mio superamicocuoco Matteo, che QUESTO sito fantastico(addddoro quest'uomo, lo addddooooro!!!!). Il contest è UN ANNO IN CUCINA CON CUOCOPERSONALE

e questo è il logo dell'iniziativa





Mese dopo mese Matteo (cuocopersonale in persona...) scriverà un post nel quale verrà inserita una lista di ingredienti (stagionali ovviamente)… le amiche e gli amici che decideranno di partecipare dovranno realizzare una ricetta utilizzando i prodotti da lui suggeriti (tutti o comunque una buona parte di essi) cercando di preparare un piatto che sia buono, creativo e anche possibilmente di bell’aspetto.


La ricetta preparata potrà essere indistintamente un antipasto, un primo, un secondo, un contorno, un piatto unico, un dolce, un prodotto lievitato… qualsiasi cosa vi suggerisca la nostra meravigliosa fantasia!!!

9 commenti:

  1. Infatti!!!la penso come te.. mica bisogna rinunciare a tutto quando si è a dieta!!!! ci si stressa e basta!!! io da mo che ho bandito il burro dalla mia tavola.. uso olio per soffritto.. per i dolci.. per tutto!!!!ottimo il tuo risottino.. mi piace anche quella crema che hai usato per mantecarlo!!! baci e buon inizio settimana .-)

    RispondiElimina
  2. Ottima depurazione :)
    Ciao Valentina un bacione dai viaggiatori golosi ...

    RispondiElimina
  3. Perfetto tesoro quoto tutto e la penso come te su tutto!!!L'olio pe rla mantecatura ci sta una favola in questo strepitoso risotto gustosissimo!!baci,Imma

    RispondiElimina
  4. mi trovi daccordissimo! mangiare bene e depurarsi non è sinonimo di mangiare senza buoni sapori. e il tuo classico lo dimostra a meraviglia.
    buona settimana.

    RispondiElimina
  5. Concordo...viva il classico...io oggi ho osato, ma solo una volta nella vita...baci e buona giornata

    RispondiElimina
  6. anche io spesso manteco con l'olio :-)
    bene bene... felice di trovare gusto e leggerezza, che mi sa che gennaio a casa mia sarà ispirato a questo... e mi sa anche non solo a casa mia :-)
    bacioooo amorrrrr :**** <3

    RispondiElimina
  7. bè il tuo piatto mi pare ottimo! fameeeee ;-)

    RispondiElimina
  8. Adoro le ricette classiche e in particolare questo risottino, infatti lo faccio spesso, il tuo è lehhero e delizioso, complimenti..a presto...

    RispondiElimina
  9. Il risotto ai funghi porcini è sempre un ottimo primo, complimenti anche per la foto! Ciao

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Pinnami!!!!!

Vuoi stampare questa ricetta?