mercoledì 27 giugno 2012

Provatela con l'arancia. Cacio e pepe con alici, arancia e fiori di zucca

La prima volta che ho provato questo piatto è stato in un ristorante.
E come succede ogni volta che provo andando a cena fuori un piatto che mi piace (da matti, mi piace da matti!!!!) appena torno a casa devo fare anche l'impossibile per farlo identico.

E questo è il caso di questa cacio e pepe. Ho provato, riprovato e straprovato finchè non ce l'ho fatta.

CACIO E PEPE CON ALICI, ARANCIA E FIORI DI ZUCCA.
Ingredienti per 4 persone
  •  400 gr vermicelli
  • 250 gr alici fresche, pulite e tagliate a pezzi
  • la buccia di un'arancia
  • pecorino romano
  • pepe a iosa
  • 1 spicchio aglio
  • 1/2 bicchiere vino bianco
  • sale
  • olio extravergine di oliva
  • 6 fiori di zucca
Procedimento:
Tagliare la buccia dell'arancia a listarelle molto sottili e soffriggerla in una padella antiaderente insieme all'aglio. Aggiungere le alici, e cuocerle. (ci vorranno 2 minuti di orologio). Salare e pepare. Scolare le alici dall'olio e tenerle da parte. Aggiungere nella padella i fiori di zucca tagliati a pezzetti. Unire il vino, alzare la fiamma e far evaporare.

Cuocere i vermicelli, scolarli molto al dente e mantecarli nel sughetto. Aggiungere le alici, spegnere la fiamma e spolverizzare il tutto con il pecorino.

ET VOILA'!!!!


DSC_1814blog



martedì 19 giugno 2012

E nel vostro frigo? Cosa c'è nel vostro frigo??? Crostino con stracchino di bufala, erba cipollina e uova di salmone

Quanto ci piace la birra? Dal mio canto, c'è più birra che acqua nel mio frigo, perchè la birra, bevuta ovviamente con moderazione, si sposa alla perfezione con qualsiasi tipo di cena (impensabile mangiare un pezzo di pizza senza un bel boccale di bionda....

Da una ricerca ISPO "Gli italiani e la birra 2012" è emerso che la birra, dopo l'acqua è la bevenda più presente nel nostro frigo.

Ecco perchè ASSOBIRRA lancia "Cosa c'è nel tuo frigo? Una birra e...”, la campagna dedicata a scoprire i gusti alimentari dei sei profili di nuova famiglia italiana e a suggerire, con l'aiuto di due food celebrities, (Sandra Salerno & Bruno Barbieri)  abbinamenti semplici e moderni tra quel che c'è nei nostri frigoriferi e la bevanda regina dell'estate: la birra.

Ed io ovviamente ho colto la palla al balzo, ho aperto il frigo ed ho trovato la birra, e gli ingredienti per questo crostino, che nella sua semplicità vi assicuro ci è piaciuto davvero tanto.

CROSTINO CON STRACCHINO DI BUFALA, ERBA CIPOLLINA E UOVA DI SALMONE
  •  Pane di segale, la ricetta la trovate QUI' 
  • Stracchino di bufala
  • Erba cipollina
  • Uova di salmone
ET VOILA'!!!!

birra

venerdì 15 giugno 2012

Aperitivo? Aperito'!!! Supplì al telefono

Il rito dell'aperitivo.
Si torna a casa, stanca da una giornata di smog, di excel, di conti e di calcoli, di "non ho tempo", "magari ci vediamo la prossima volta", di "uffa come vorrei una giornata di 56 ore" e via discorrendo.

E appena arrivo levo collane, bracciali e soprattutto orologio, inforco la parannanza e inizio a preparare la cena. Ma prima di fare questo preparo l'aperitivo, momento IRRINUNCIABILE della giornata.

E ieri sera, insieme a mamma (mamma mi da 6-0/6-0 in cucina, è imbattibile) abbiamo preparato i famosi "supplì al telefono".

Sono delle vere e proprie bombe caloriche, frittissimi e gustosi, ci si unge le mani e non se ne possono non mangiare almeno 73 per volta (qualcuno mi aggiorni sul guinnessdeiprimatidelsupplì per favore...). Sono fonte di convivialità e gioia, accompagnati da risate e vino buono.

ps. se anche voi, come me, siete amanti folli dell'aperitivo, non potete assolutamente perdere Aperito', la prima, primissima manifestazione italiana dedicata interamente a questo splendido rito, che si terrà a Torino dal 21 al 24 Giugno. Se vi interessa andate QUI', dove potete trovare tutte le info necessarie.


SUPPLI' AL TELEFONO
Ingredienti:
  • 500 gr riso carnaroli lessato e condito con il sugo (meglio se ragu')
  • mozzarella a iosa
  • sale e pepe
  • pan grattato
  • abbondante olio per friggere
  • 1 uovo
Procedimento:
Consiglio di preparare il riso al sugo uno o due giorni prima della preparazione dei supplì.
Tagliare la mozzarella a dadini e mettetela a scolare in un colino.
Nel frattempo, salate e pepate (se non l'avete fatto in precedenza) il riso (deve essere freddo...) a amalgatevi l'uovo leggermente sbattuto.
Prendete il riso con le mani e formate quindi il supplì (forma ovale). All'interno metteteci due o tre dadini di mozzarella (in teoria più ce n'è, meglio è, ma se esagerate c'è il rischio che durante la cottura fuoriesca...). Fate supplì fino ad esaurimento ingredienti. Passateli nel pan grattato e friggeteli fino a che non diventano dorati.

ET VOILA'!!!



DSC_1657blog1 PS 2: Ma perchè si chiamano supplì "al telefono" ? perchè se li aprite filano... così!!!

DSC_1672blog2

lunedì 11 giugno 2012

Clafoutis aux ceries. Mini clafoutis alle ciliegie

No. Il francese non è decisamente il mio forte. Ma buongiorno E si, sono Catherine Deneuve lo so dire.
Come so mangiare, anzi divorare il Clafoutis alle ciliegie nel mese di Giugno.

Il Clafoutis è un famoso dolce francese; leggenda vuole che le ciliegie si mettano nel dolce con tutto il nocciolo. Alcuni sostengono infatti che venga più buono, altri invece pensano sia stata solo una questione di comodità.
Personalmente dopo avere provato come da ricetta originale concordo con enrambe le teorie. E' sicuramente più gustoso e poi vuoi mettere la comodità? Certo, avvertite per favore i vostri ospiti se lasciate il nocciolo all'interno della ciliegia, onde evitare corse frettolose dal dentista :D

Quest'anno ho voluto provare questo dolce in versione mini, dentro queste deliziose mini tortiere di Emile Henry, che potete trovare dai miei amichetti di Cucinando, nel loro shop on line.

MINI CLAFOUTIS  ALLE CILIEGIE
Ingredienti:
  • 3 uova
  • 110 gr zucchero
  • 80 gr farina 00
  • 200 ml latte
  • ciliegie mature
  • 1 cucchiaio rum
  • zucchero di canna e burro per rivestire gli stampini
 Procedimento:
 Montare le uova con lo zucchero, rendendo il composto spumoso (deve raddoppiare di volume). Aggiungere quindi molto delicatamente la farina ben setacciata, mescolando dal basso verso l'alto.
A questo punto unire poco alla volta il latte ed il rum, sempre mescolando delicatamente.
Imburrare gli stampini e spolverizzarli di zucchero di canna. Mettere quindi le ciliegie e coprirle con il composto.
Infornare in forno (gia' clado...) a 170° per 30-35 minuti.


ET VOILA'!!!!



DSC_1516 blog

giovedì 7 giugno 2012

Fornelli in rete - La cucina italiana dei foodblogger!!!!

Finalmente è uscito!!!! Il libro "Fornelli in rete" di Francesca Martinengo, che racchiude le ricette di 50 foodblog italiani, e tra questi 50 foodblog c'è anche "L'aroma del caffè". Il libro, edito da Malvarosa Edizioni (baci a Carlo, a Maria Consiglia, baci a Francesca)verrà presentato ufficialmente oggi, a Torino, presso la libreria Mood (via Cesare Battisti, Torino) alle ore 18:30. Io purtroppo per motivi logistici non potrò essere presente all'evento, ma con il cuore ci sarò! FornelliInRete_Copertina

mercoledì 6 giugno 2012

Ode alle ciliegie primo round. Crostata con crema al limone e ciliegie

Chi di voi non ama le ciliegie alla follia alzi la mano.
Sfido chiunque a resistere davanti un bel cesto di ciliegie rosse, grandi, succose e mature.

Ed io in casa, per fare questo dolcetto (a cui ne seguirà un altro a breve) ho dovuto nasconderle, perchè è vero che una tira l'altra, e che non ce la facevamo proprio a conservale per metterle dentro la crostata se non non mettevo sotto chiave il suddetto cesto.

CROSTATA CON CREMA AL LIMONE E CILIEGIE
Ingredienti per la frolla
  • 300 gr farina 00
  • 150 gr burro freddissimo
  • 120 gr zucchero a velo
  • la buccia di un limone grattugiata
  • 1 uovo
  • 1 tuorlo
Ingredienti per la crema al limone
  • 500 ml latte intero
  • 2 tuorli
  • 1 uovo
  • 50 gr farina 00
  • 120 gr zucchero
  • 1 limone (buccia grattugiata + succo)
  • ciliegie a iosa
Procedimento
Preparare la frolla. as usual, farina a fontana, al centro uova, burro a cubetti, zucchero, uova limone. Impastare impastare impastare fino a formare una palla che conserverem per un'oretta in frigo coperta da pellicola.
Mentre la frolla riposa prepariamo la crema al limone. Mettiamo il latte a bollire con la buccia del limone grattugiata. Prima del bollore versiamo nella pentola anche le uova precedentemente sbattute con lo zucchero e la farina. Cuociamo la crema fino a che non si è addensata (non troppo, dopo dobbiamo cuocerla ancora nella crostata...)
A questo punto spegniamo il fuoco, uniamo il succo del limone e facciamo raffreddare. Aggiungere le ciliegie snocciolate.

Stendiamo in una teglia di 24 cm i 3/4 della frolla, riempiamo con la crema limone e ciliegie e decoriamo con delle strisce con la pasta rimasta. Cuocere in forno a 180° per circa 40 minuti.

ET VOILA'!!!!

Crostata crema ciliegie

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Pinnami!!!!!

Vuoi stampare questa ricetta?